Mettere il “Porch a l’ora”

Il capitolo dei salumi si inserisce nella cultura della conserva, uno dei punti strategici nella definizione del modello gastronomico che oggi conosciamo, poiché ci consente di consumare specialità che sfidano le leggi della stagionalità e della lontananza geografica. La conservazione del cibo nella storia della gastronomia è stata da sempre il primo obiettivo per combattere…

Savor di mosto d’uva? No, di barbabietola

“Era finita l’estate nella umida Emilia.  Era quel periodo dell’anno in cui le foglie scendevano dagli alberi con aria sonnolenta, passando dal verde acceso a tutti quei colori straordinariamente brillanti dell’autunno. Dalla veranda di casa si vedevano i campi spogliati del raccolto e un velo di nebbia accarezzava dolcemente la terra. Nella grande cucina il…

Erbazzone: l’antenato del finger food

Anche detto “morazzone” (attribuibile al latino “moretum”, antica torta di erbette romana) o “scarpazzone” (perché nella preparazione le razdore utilizzavano anche il fusto bianco della bietola, detto appunto “scarpa”),  l’erbazzone vanta una antica tradizione.E’ un piatto di stagione che veniva cucinato da giugno a ottobre, periodo di crescita delle bietole. I primi a citare questa…

Bensone, un dono per fabbri e orafi sin dal 1.300

Il Bensone è un dolce con origini antichissime e si presenta in moltissimi ricettari regionali. Fonti storiche ci dicono che già nel 1300, a Modena, questo dolce veniva offerto in dono alla corporazione dei fabbri e degli orafi il 1°dicembre di ogni anno, giorno in cui si festeggia Sant’Egidio, protettore della categoria. Nella forma dialettale…

La zucca, il maiale dei poveri

L’origine della zucca è  incerta. Quest’ortaggio era conosciuto e coltivato dai popoli più antichi, tra cui gli Egizi, i Romani, gli Arabi e i Greci. La sua coltivazione non era solo a scopo alimentare: gli antichi Romani la utilizzavano come contenitore per il sale, i cereali, il latte oppure ne ricavavano piatti, ciotole, cucchiai. La zucca…