Mettere il “Porch a l’ora”

Il capitolo dei salumi si inserisce nella cultura della conserva, uno dei punti strategici nella definizione del modello gastronomico che oggi conosciamo, poiché ci consente di consumare specialità che sfidano le leggi della stagionalità e della lontananza geografica. La conservazione del cibo nella storia della gastronomia è stata da sempre il primo obiettivo per combattere…

Mortadella, un ponte tra l’Emilia e la Toscana

 «La mangiano gli operai, la vogliamo anche noi minatori». Era il marzo del 1947 e i minatori del Valdarno – tutti ex contadini – avevano presentato la piattaforma per il rinnovo del contratto. Chiedevano un aumento del salario, copertoni per le biciclette, abiti adatti a chi scende a 150 metri sottoterra per estrarre la lignite…

Oh Cotechin, null’altro a Te somiglia

Autunno inoltrato, inverno ed inizio primavera sono adatti al consumo del cotechino semplicemente lessato e magari associato ad altri bolliti e accompagnato da una buona mostarda senapata, particolarmente gustoso stufato con fagioli o lenticchie, sublime nella versione detta “in galera”, ovvero avvolto in cartella di vitellone e prosciutto crudo e, innaffiato di buon vino e…

Soppressata di Carpi: giochiamo alla cucina storica

Negli ultimi anni si è diffusa la moda della “cucina storica”. Viene da chiedersi: é possibile ricostruire il gusto alimentare di un’epoca così lontana nei riferimenti estetici di base? I prodotti di oggi non sono più quelli di secoli fa, anche se portano lo stesso nome. Anche il soggetto è cambiato: i consumatori non sono…